Come vedere e richiamare i documenti degli anni precedenti non ancora fatturati?

Per poter fare ciò è necessario accedere al Riepilogo dei documenti e selezionare Fattura Pro-Forma (o Avviso di Parcella nel caso di professionisti).

A questo punto in alto sarà presente una sezione “Anni precedenti non fatturati” da dove saranno riepilogati tutti quei documenti della tipologia selezionata il cui stato è “Parzialmente associato” o “Seguirà documento di vendita”.

Se vogliamo trasformare il documento in definitivo possiamo quindi andare ad aprire il documento tramite la lente d’ingrandimento (documento che, come suggerito dal messaggio, risulterà essere bloccato in quanto proveniente da anni precedenti).

Una volta aperto, cliccando in basso su Crea, avremo la possibilità di emettere un documento definitivo. Selezioniamo la tipologia di documento che vogliamo creare e al messaggio “Procedere con la creazione del nuovo documento?” rispondiamo Sì.

Andiamo quindi a salvare il nuovo documento creato. Il documento d’origine avrà stato “Associato” e quindi verrà tolto dalla maschera di riepilogo dei documenti degli anni precedenti non fatturati.

In alternativa, nel momento in cui andiamo a compilare un nuovo documento di vendita per un determinato cliente, cliccando su Includi e selezionando la tipologia di documento, saranno disponibili tutti quei documenti - compresi quelli degli anni precedenti – il cui stato è “Parzialmente associato” o “Seguirà documento di vendita”.

A questo punto sarà sufficiente selezionare i documenti da includere e cliccare su “Scarica” per inserirli nel documento che stiamo creando.

Al salvataggio il documento incluso cambierà il proprio stato in “Associato” e sarà tolto dalla maschera di riepilogo dei documenti degli anni precedenti non ancora fatturati.

Come ricercare i documenti emessi per periodo?

Per fare ciò da Riepilogo documenti, una volta selezionata la tipologia di documento selezionata, è necessario cliccare in alto a sinistra su Filtri periodo.

Da qui sarà quindi possibile filtrare i documenti per singolo mese, selezionando su “periodo mensile” il mese desiderato. In alternativa è possibile indicare un intervallo di date da ricercare.

Una volta impostata la selezione sarà sufficiente cliccare su Ricerca per applicare il filtro. Il riepilogo documenti mostrerà quindi i risultati filtrati.

Nel caso in cui sia attivo un filtro, il pulsante Filtri periodo assumerà colore verde.

Per poter togliere il filtro impostato, è sufficiente cliccare su Filtri periodo e poi su Pulisci filtri.

Come modificare i dati della mia ditta variati nel corso dell’anno?

In questo caso è necessario eseguire una Storicizzazione dell’anagrafica ditta in modo da poter creare uno storico della ditta in oggetto. Per fare ciò è necessario accedere all’anagrafica ditta e cliccare su Storicizza.

Verrà quindi aperta una maschera dove indicare:

Fatto ciò possiamo salvare il tutto facendo click su Salva storicizzazione.

A questo punto, una volta ricevuto il msg di conferma, nella sezione in basso è possibile vedere le storicizzazioni eseguite sulla ditta.

Nella “Situazione attuale” possiamo andare ad eseguire le modifiche sulla nostra ditta e sempre da questo menù a tendina possiamo andare a richiamare le situazioni precedenti alla storicizzazione.

Come creare una nota di credito a partire da un documento già salvato?

Per poter creare una nota di credito partendo da un documento già compilato è sufficiente accedere al documento stesso ed in basso fare click su Crea - Nota di credito.

Una volta confermata la creazione del nuovo documento, verrà preimpostata la nota di credito con i dati del documento d’origine. A questo punto sarà possibile verificare e/o integrare il documento e poi procederne al salvataggio.

Nel caso la nota di credito abbia come oggetto una fattura elettronica, nella sezione Altri Dati, verrà compilata in automatico la sezione inerente i documenti correlati con i riferimenti alla fattura (o parcella) originari.

È possibile eseguire tale procedura anche nel caso in cui il documento sia stato bloccato per la creazione dell’XML.

Come duplicare un documento già creato?

Per poter duplicare un documento è sufficiente aprire il documento da copiare e cliccare in basso sul tasto Duplica.

Una volta confermata la duplicazione del documento, verrà aperto il nuovo documento copiato sulla base del documento scelto.

Fatto ciò possiamo comunque andare ad interagire con il nuovo documento e, una volta terminate le modifiche, clicchiamo su salva per confermare il tutto.

Come emettere una fattura elettronica semplificata al posto di una ricevuta fiscale?

“Non voglio utilizzare un registratore di cassa predisposto per l’invio dei corrispettivi elettronici o utilizzare la procedura web dell’Agenzia delle Entrate. Posso emettere una fattura elettronica semplificata al posto di una ricevuta fiscale?”

Sì, è possibile emettere delle fatture semplificate in luogo delle ricevute fiscali. È comunque necessario verificare prima i requisiti previsti da questa tipologia di documento (si faccia riferimento alla nostra newsletter in merito » Fattura semplificata: nel 2020 potrà sostituire la Ricevuta Fiscale)

Per procedere con l’emissione di una fattura semplificata è necessario innanzi tutto procedere con l’abilitazione di tale tipologia di documenti da Configurazione – Fatturazione/DDT e appore il check su Gestisci fatture semplificate, salvando la configurazione.

A questo punto, procedendo con la creazione di un nuovo documento da Nuovo saranno disponibili le nuove tipologie di documento semplificate (Fattura Semplificata, Nota Credito Semplificata, Nota Debito semplificata).

Si ricorda che per tali tipologie di documento è possibile indicare solamente il Codice Fiscale/Partita iva del cliente, oltre a indicare il totale del documento con iva compresa e non è necessario indicare il dettaglio dei beni/servizi.

Come creare un utente che possa solamente annotare incassi e pagamenti?

“Per il mio ambiente web ho necessità di creare un utente che possa solamente annotare gli incassi ed i pagamenti dei documenti elettronici emessi e ricevuti. Come posso fare?”

Per fare ciò è innanzi tutto necessario accedere alla gestione utenti, la quale è raggiungibile dopo aver fatto login nella propria area web dalla dashboard principale nella sezione Utenti o in alternativa da ogni singola applicazione cliccando in alto a destra su Gestioni Web e quindi su Utenti.

A questo punto procedere con il creare un nuovo utente, inserendo i dati anagrafici e di accesso - oltre alle ditte abbinate - come riportato nella guida.

In Abilitazioni andranno quindi configurati i permessi in questo modo:

Abilitazioni Console

Salvato l’utente ed eseguito l’accesso con le credenziali impostate, posizionandoci nella Console si avrà questa situazione.

Console configurata

Compilati gli incassi/pagamenti, ricordiamo che questi dati saranno visibili anche nella dashboard riepilogativa.

Come ricevere una notifica e-mail alla ricezione di una fattura elettronica?

“Come faccio a ricevere una notifica via e-mail ogni qualvolta ricevo una fattura elettronica in Console?”

Per attivare la notifica via mail alla ricezione di una Fattura Elettronica passiva è necessario cliccare su Anagrafica Ditte - Dati Fatturazione e mettere la spunta sul check:

Alla ricezione di una fattura elettronica inviare notifica via e-mail a

A questo punto valorizzare la combo con la mail su cui dovranno arrivare le notifiche e salvare la modifica.

Nella combo sarà riportata la mail inserita nella sezione Contatti e documenti.

Come riportare il netto a pagare nella parcella elettronica?

“Ho creato una parcella ma nel momento in cui la vado a trasformare nel formato elettronico non mi riporta l’importo da pagare al netto della ritenuta d’acconto. Come mai?”

succede nel caso in cui venga creato un documento elettronico con ritenute d’acconto (o comunque altre ritenute/contributi in diminuzione del totale del documento) senza che sia stata compilata la sezione dei pagamenti.

Infatti, nel file XML il totale dovuto (ImportoPagamento) viene riportato nella sezione DatiPagamento.

File XML

Per poterla compilare è possibile:

Abbinare una modalità di pagamento predefinita Compilare la sezione Pagamento

Come tenere uno scadenzario delle mie fatture emesse e ricevute?

“Come posso tenere uno scadenzario delle mie fatture emesse e ricevute?”

È necessario innanzi tutto compilare nella Console Web la sezione “Incassi” o “Pagamenti” con i dati delle singole scadenze.

Come tenere uno scadenzario delle mie fatture emesse e ricevute? - 1 Come tenere uno scadenzario delle mie fatture emesse e ricevute? - 2

(ricordiamo che è possibile predisporre i dati di questa sezione automaticamente con i dati presenti nel file XML, attivando da Opzioni Console le opzioni Predisposizione automatica degli incassi dal file xml e Predisposizione automatica dei pagamenti dal file xml).

Una volta salvato il tutto noteremo che l’icona del dettaglio sarà di colore giallo, a testimoniare che la sezione è compilata.

Come tenere uno scadenzario delle mie fatture emesse e ricevute? - 3

Fatto ciò dalla Dashboard principale della Fatturazione Web andiamo nella tabella Disponibilità. Cliccando sulla lente d’ingrandimento avremo un dettaglio delle scadenze di quel mese:

Come tenere uno scadenzario delle mie fatture emesse e ricevute? - 4 Come tenere uno scadenzario delle mie fatture emesse e ricevute? - 5

In questo esempio vediamo che nelle scadenze di Dicembre sono presenti tre fatture del mese di novembre da incassare.

Per poter quindi impostare una scadenza come incassata o pagata, possiamo cliccare sulla lente d’ingrandimento. Verrà aperta una maschera da dove inserire il check per poter confermare la scadenza.

Come tenere uno scadenzario delle mie fatture emesse e ricevute? - 6

Salvando il tutto e riaprendo la maschera della scadenza, noteremo che l’importo confermato verrà aggiunto nella colonna “Incassato” o “Pagato” a seconda della natura della nostra scadenza.

Come tenere uno scadenzario delle mie fatture emesse e ricevute? - 7

Come gestire una fattura scartata con errore 00320 - 00399?

“Ho inviato una fattura elettronica ma questa è stata scartata dal SDI con codice errore:

- 00320: 1.2.1.1 <IdFiscaleIVA> e 1.2.1.2 <CodiceFiscale> non coerenti
oppure
- 00399: CodiceFiscale del CessionarioCommittente presente nell'anagrafica IPA di riferimento in presenza di 1.1.3 valorizzato a FPR12

Come devo procedere?”

Tale tipo di errore viene rilevato nel momento in cui Partita Iva oppure il Codice Fiscale del cliente non risultano essere corretti.

È pertanto necessario verificare in anagrafica clienti la correttezza dei dati inseriti nella sezione “Dati Anagrafici” – “Cod. Fisc.” e “P.Iva”. Modificati i dati salvare l’anagrafica.

Come gestire una fattura scartata con errore 00320 - 00399? - 1

A questo punto procedere con il destoricizzare la fattura non corretta:

Come gestire una fattura scartata con errore 00320 - 00399? - 2 Come gestire una fattura scartata con errore 00320 - 00399? - 3 Come gestire una fattura scartata con errore 00320 - 00399? - 4 Come gestire una fattura scartata con errore 00320 - 00399? - 5

Eseguiti i passaggi sarà possibile effettuare di nuovo il controllo del file prima di procedere all'invio al Sistema d’Interscambio.

Come filtrare i documenti in Console per tipologia?

Come posso fare per filtrare nella Console solamente le Note di Credito ricevute?

Per fare ciò è innanzi tutto necessario verificare che la colonna “Tipo Documento” sia presente. Qualora non sia visibile, cliccare su “Colonne da Visualizzare” e selezionare “Tipo Doc.”.

Come filtrare i documenti in Console per tipologia? - 1

A questo punto nella nuova colonna inserita sarà possibile filtrare la tipologia di documento desiderata. Per fare ciò posizionarsi nella barra dei filtri e fare click su TD04 – Nota di Credito, in modo da mostrare nella tabella sottostante unicamente i documenti della tipologia selezionata.

Come filtrare i documenti in Console per tipologia? - 2

Come abbinare prestazioni solo per determinati clienti?

Ho delle prestazioni che fatturo solo a determinati clienti. Come posso fare per evitare di inserirle per errore su tutti i clienti?

Dal menù Prestazioni è possibile abbinare la singola voce a uno o più clienti, in modo che sia proposta unicamente per le anagrafiche selezionate.

Ipotizziamo ad esempio che la “Prestazione A” deve essere riservata solo per il Cliente Alfa Sas. Selezioniamo quindi la prestazione e clicchiamo su Puntini in corrispondenza di Clienti/Fornitori...

Come abbinare prestazioni solo per determinati clienti? - 1

...selezioniamo le anagrafiche interessate...

Come abbinare prestazioni solo per determinati clienti? - 2

...e salviamo la prestazione aggiornata.

Come abbinare prestazioni solo per determinati clienti? - 3

Nel momento in cui richiameremo la prestazione per il cliente Alfa Sas questa sarà presente:

Come abbinare prestazioni solo per determinati clienti? - 4

...mentre non sarà selezionabile per tutti gli altri clienti.

Come abbinare prestazioni solo per determinati clienti? - 5

Inzia la prova gratuita: per te 25 fatture/anno!

Inizia la prova gratuita

Torna su ↑